Sketch tratto da “La voce della luna”(1990), di Federico Fellini e con Paolo Villaggio e Roberto Benigni

L’ultimo film del Maestro Federico Fellini, La voce della luna, è uno strepitoso elogio della follia, che è anche una satira della volgarità dell’odierna civiltà berlusconiana, sulla strada aperta qualche anno prima da Ginger e Fred.

“Il ragazzo del pony-express”(1986), cult movie anni ’80 con Jerry Calà

Meritevole di segnalazione, “Il ragazzo del pony-express”(1986) è un vero gioiellino misconosciuto della carriera di  Jerry Calà

Sketch tratto da “Innamorato pazzo”(1982), con Adriano Celentano ed Ornella Muti

Gli anni che vanno dal 1979 al 1983, sono gli anni del trionfo cinematografico della maschera creata da Celentano, il burbero, ingenuo e simpatico ragazzotto di provincia, conquista il pubblico del cinematografo.

“Io non vedo, tu non parli, lui non sente”(1971), con Alighiero Noschese, Enrico Montesano e Gastone Moschin

Siamo nei primi anni ’70, in un periodo di passaggio di consegne nel cinema italiano e più precisamente nella commedia all’italiana. Posti sotto un munifico contratto da Dino De Laurentiis, è questo il momento in cui brillano le stelle cinematografiche di Alighiero Noschese (già affermato e amatissimo artista televisivo) ed Enrico Montesano, più giovane, attoreContinua a leggere ““Io non vedo, tu non parli, lui non sente”(1971), con Alighiero Noschese, Enrico Montesano e Gastone Moschin”

Pubblicità

Sketch tratto da “Al bar dello sport”(1982), con Lino Banfi e Jerry Calà.

Rinvigorito dall’incredibile successo che aveva avuto Vieni avanti cretino, Lino Banfi è nel periodo in cui tutto quel che tocca diventa oro. I produttori allora pensano bene di unire gli attori comici più in voga del momento: Lino Banfi, reduce dai successi comici degli anni precedenti; e Jerry Calà, che dopo Sapore di mare e Vacanze di Natale vide crescereContinua a leggere “Sketch tratto da “Al bar dello sport”(1982), con Lino Banfi e Jerry Calà.”

Il finale di “Grand Hotel Excelsior”(1982), con Adriano Celentano, Enrico Montesano, Carlo Verdone, Diego Abatantuono.

Il produttore Vittorio Cecchi Gori, all’epoca in cui la titolarità dell’Impero cinematografico di famiglia era ancora in mano al padre Mario, convinse quest’ultimo ad uscire in sala per la prima volta a Natale. Siamo nel 1982 e per fare questo la scelta cadde su un film corale utilizzando 4 “pezzi da 90”, in quel momentoContinua a leggere “Il finale di “Grand Hotel Excelsior”(1982), con Adriano Celentano, Enrico Montesano, Carlo Verdone, Diego Abatantuono.”

Sketch tratto da “Ultimo tango a Parigi”(1972), di Bernardo Bertolucci

“Ultimo tango a Parigi”(1972) è il film scandalo degli anni ’70, esce con un divieto ai minori di 18 anni previo taglio di 8 secondi del primo amplesso tra i due protagonisti (splendidi Maria Schneider e Marlon Brando), consumato in piedi.

Sketch tratto da “Acqua e sapone”(1983), con Carlo Verdone e Elena Fabrizi

Con “Acqua e sapone”, il suo quarto film da regista, dopo gli scintillanti esordi iperbolici e virtuosisti, Carlo Verdone scende nel campo sentimentale basandosi su un fatto reale in puro stile da commedia all’italiana.

Sketch tratto da “Il ragazzo di campagna”(1984), con Renato Pozzetto

“Il ragazzo di campagna”(1984) è probabilmente il film più divertente di Renato Pozzetto, certamente il suo cult per eccellenza.