David di Donatello 2022- I verdetti (articolo pubblicato sul mensile “Smart Marketing” il 4 maggio 2022)

La 67esima edizione dei David di Donatello, come ricordo sempre, in ogni consueto resoconto di inizio maggio, ovvero gli “Oscar” italiani, ha visto il primo concreto ritorno alla normalità, dopo due anni di pandemia.

“È stata la mano di Dio”, analisi del film di Paolo Sorrentino

L’ultima opera cinematografica di Paolo Sorrentino è un poema per immagini denso e complesso, semplice nella narrazione, articolato nella composizione. Può essere considerato come un film autobiografico, un punto di arrivo e partenza allo stesso tempo del regista napoletano.

Pubblicità

Il meglio del cinema italiano nel 2021 (articolo pubblicato sul mensile “Smart Marketing” il 30/12/2021)

Il 2021 volge al termine. Un anno che ha saputo risollevarsi grazie alla campagna vaccinale, che ha permesso, tra le tante cose, di tornare a respirare il “profumo” della cultura, compreso il ritorno nelle sale cinematografiche.

Buio in Sala: i consigli “italiani” di Novembre 2021

Nel mese di novembre 2021 sono in uscita nelle sale cinematografiche di tutta Italia, 20 film. Di seguito alcuni consigli di “visione”, per usufruire al massimo della magia della “Sala cinematografica”, in compagnia del meglio “italiano” di questo mese. Infatti ogni mese consiglieremo le migliori 5 pellicole cinematografiche italiane in sala, complete di informazioni sulContinua a leggere “Buio in Sala: i consigli “italiani” di Novembre 2021″

Paolo Sorrentino dispensa miracoli e profezie con The Young Pope

La serie tratta “i segni evidenti dell’esistenza di Dio. I segni evidenti dell’assenza di Dio. Come si cerca la fede e come si perde la fede.” , così esplica il regista, sceneggiatore e autore Paolo Sorrentino, alla 73a edizione della Mostra del Cinema di Venezia, in merito alla sua nuova scommessa: una serie televisiva cheContinua a leggere “Paolo Sorrentino dispensa miracoli e profezie con The Young Pope”

Sketch tratto da “Le conseguenze dell’amore”(2004), con Toni Servillo

Opera seconda di Paolo Sorrentino, per la seconda volta insieme a Toni Servillo, suo alter-ego cinematografico, nel film si avverte già la capacità del regista napoletano di lavorare sulle convenzioni nostrane- in questo caso il film di mafia-sabotandole, quasi facendole implodere, trasformandole in qualcosa di nuovo e mai visto.

Gli anni 2000: 20 pellicole memorabili del cinema italiano moderno.

Il meglio del 2015 nel cinema italiano ( saggio apparso sul mensile “Smart Marketing” del 31 dicembre 2015 )

da “Smart Marketing” del 31 dicembre 2015, di Domenico Palattella