Le “signorine” degli anni ’50: il cinema declinato al femminile

Durante la metà degli anni ’50, si fa strada, nei meandri di un’attenta e oculata attenzione al sociale e ad un primo vagito di emancipazione femminile, un certo tipo di cinema tutto declinato in rosa.

Sketch tratto da “Poveri ma belli”(1956), con Renato Salvatori e Maurizio Arena.

Quella di “Poveri ma belli” è la storia semplicissima di due ragazzotti romani che si atteggiano a bulli ma che sono buoni come il pane ( Arena e Salvatori) fanno la corte alla stessa ragazza ( Allasio) che flirta con entrambi ma in definitiva preferisce un terzo ( Ettore Manni); i due si consolano alloraContinua a leggere “Sketch tratto da “Poveri ma belli”(1956), con Renato Salvatori e Maurizio Arena.”

Pubblicità

Sketch tratto da “Venezia, la luna e tu”(1958), con Alberto Sordi e Marisa Allasio

Nel 1958, Dino Risi sta finendo di sfruttare il “format” messo a punto con “Poveri ma belli”. Le schermaglie amorose dell’Italia più o meno di provincia hanno conquistato il pubblico e non si vede perché non continuare su quella strada, magari cambiando qualche attore. Deve essere nata così l’idea di “Venezia, la luna e tu”:Continua a leggere “Sketch tratto da “Venezia, la luna e tu”(1958), con Alberto Sordi e Marisa Allasio”

Sketch tratto da “Carmela è una bambola”(1958). Con Nino Manfredi e Marisa Allasio.

“Carmela è una bambola”(1958) è uno dei primi “Manfredi” di successo, e una delle migliori commedie di fine anni ’50. Ispirato al genere turistico-balneare di moda in quegli anni, dato anche che è girato nella splendida costiera amalfitana, il film è tratto dalla famosa omonima canzone portata al successo da Domenico Modugno. Un film cheContinua a leggere “Sketch tratto da “Carmela è una bambola”(1958). Con Nino Manfredi e Marisa Allasio.”

Le “dive” del cinema italiano: 40 anni di bravura, fascino e bellezza