I 60 anni de…”La Dolce Vita”, il Film dei Film del cinema italiano

16 marzo 1959 e 3 febbraio 1960: i giorni che cambiano per sempre la storia del cinema italiano. Il 16 marzo 1959 iniziano le riprese del film La Dolce Vita, destinato a segnare un’epoca, un modo di vivere, un periodo d’oro della storia italiana. In breve tempo il capolavoro di Federico Fellini si trasforma inContinua a leggere “I 60 anni de…”La Dolce Vita”, il Film dei Film del cinema italiano”

Pubblicità

L’età d’oro della commedia all’italiana: i 4+1 “Mostri”

Gli anni d’oro della commedia all’italiana, sono nella loro interezza tutti gli anni ’60. Per i quattro grandi specialisti ( Sordi, Gassman, Tognazzi e Manfredi) sono gli anni della conferma, in cui trasformano in oro tutto quello che toccano.

Moda e Cinema: l’Italia della Dolce Vita (articolo pubblicato sul mensile “Smart Marketing” il 31/08/2019)

La moda è stata strettamente legata al cinema fin dal suo nascere, ingigantendosi con il fenomeno dello star system hollywoodiano. La Hollywood italiana è stata la Cinecittà degli anni ‘50, quando il cinema italiano ha cominciato ad affermarsi attraverso alcuni autentici capolavori (ed un’accorta politica di sostegno statale).

L’Italia in mostra: quando la Roma cinematografica era il centro del mondo (saggio pubblicato sul mensile Smart Marketing il 30 agosto 2018)

Le “prime volte” del cinema italiano

Quando si scrive un libro o un piccolo saggio, lo si scrive per passione, per lasciare qualcosa al lettore, per informare su un pezzo di storia, che sia cinema, letteratura, arte o semplice intrattenimento. Ora, con questo saggio, facciamo un gioco, un esperimento divertente e spensierato. Analizzeremo le “prime volte” della storia del cinema italiano.

I film del sequestro di Aldo Moro e il “caso” profetico di “Todo Modo”(saggio pubblicato sul mensile “Smart Marketing” il 7 maggio 2018)

Audrey e Marcello, icone di stile e di eleganza nel mondo (saggio pubblicato sul mensile “Smart Marketing”, il 27 aprile 2018)

“L’eleganza è la sola bellezza che non sfiorisce mai. Si dice che l’abito non faccia il monaco. Ma a me la moda ha dato spesso la sicurezza di cui avevo bisogno. Personalmente dipendo da Givenchy come le donne americane dipendono dal loro psichiatra”. (Audrey Hepburn)

Sketch tratto da “Todo modo”(1976), un film maledetto, con Gian Maria Volontè e Marcello Mastroianni

Dal cast stellare, e diretto da un Maestro audace come Elio Petri, il film ispirato all’omonimo romanzo di Leonardo Sciascia, presenta toni cupi, accentuati dall’ambientazione claustrofobica in albergo-eremo-prigione post-moderno collocato sottoterra, e satirici, nell’intento di fornire una parodia amara e realistica della classe politico-dirigenziale che deteneva il potere in Italia dal dopoguerra: la Democrazia Cristiana.