Le coppie storiche del cinema italiano: Edwige Fenech e Renzo Montagnani

Eccoci ad una delle coppie del cinema italiano, più popolari e più meritevoli di riconsiderazione. Siamo in quello straordinario periodo storico che, tra gli anni ’70 e i primi anni ’80 aveva unito le gesta di due attori destinati a fare la storia della commedia sexy, branca pruriginosa della commedia all’italiana, oggi ampiamente rivalutata. ParliamoContinua a leggere “Le coppie storiche del cinema italiano: Edwige Fenech e Renzo Montagnani”

Pubblicità

L’altra faccia della “Dolce Vita”, il “Number One” e gli ingiusti arresti di Walter Chiari, Lelio Luttazzi e Franco Califano

In questo piccolo saggio, molto particolare, oserei dire “di inchiesta”, gettiamo la luce su uno degli intrecci più misteriosi e più nascosti degli anni ’70 italiani e del jet-set che ruotava intorno alla “Dolce Vita” romana. Proprio quella descritta da Fellini, nel suo omonimo film, ma inquadrata dieci anni dopo, quando molto era cambiato eContinua a leggere “L’altra faccia della “Dolce Vita”, il “Number One” e gli ingiusti arresti di Walter Chiari, Lelio Luttazzi e Franco Califano”

Lando Buzzanca e la commedia erotica

A partire dalla seconda metà degli anni ’60 è doveroso fare i conti con un’altra branca della commedia all’italiana, quella che ha a che fare con l’erotismo. In questa sottocategoria della commedia si specializzò, almeno negli anni a cavallo tra i ’60 e i ’70, la figura del siciliano Lando Buzzanca. La scelta di questoContinua a leggere “Lando Buzzanca e la commedia erotica”

I polizieschi all’italiana e la figura di Tomas Milian

Il poliziottesco, conosciuto anche come poliziesco all’italiana, è stato un genere cinematografico italiano in voga fra la metà degli anni ‘60 ed i primissimi anni ‘80 del XX secolo, toccando il proprio culmine alla metà degli anni ‘70.

Alighiero Noschese, tra cinema e televisione: talento e fragilità di un vero artista.

“Io non vedo, tu non parli, lui non sente”(1971), con Alighiero Noschese, Enrico Montesano e Gastone Moschin

Siamo nei primi anni ’70, in un periodo di passaggio di consegne nel cinema italiano e più precisamente nella commedia all’italiana. Posti sotto un munifico contratto da Dino De Laurentiis, è questo il momento in cui brillano le stelle cinematografiche di Alighiero Noschese (già affermato e amatissimo artista televisivo) ed Enrico Montesano, più giovane, attoreContinua a leggere ““Io non vedo, tu non parli, lui non sente”(1971), con Alighiero Noschese, Enrico Montesano e Gastone Moschin”

Sketch tratto da “Ultimo tango a Parigi”(1972), di Bernardo Bertolucci

“Ultimo tango a Parigi”(1972) è il film scandalo degli anni ’70, esce con un divieto ai minori di 18 anni previo taglio di 8 secondi del primo amplesso tra i due protagonisti (splendidi Maria Schneider e Marlon Brando), consumato in piedi.

Sketch tratto da “Saxofone”(1978), di e con Renato Pozzetto

Il debutto alla regia di Renato Pozzetto avviene nel 1978 con una favola surreale di taglio cabarettistico dal titolo “Saxofone”. Un film basato e giocato tutto sul surrealismo puro e sul nonsense. Giudicato dal Mereghetti come uno dei 100 migliori film comici di tutti i tempi, il film è volutamente esile, compiaciuto ma non supponente.

Sketch tratto da “Todo modo”(1976), un film maledetto, con Gian Maria Volontè e Marcello Mastroianni

Dal cast stellare, e diretto da un Maestro audace come Elio Petri, il film ispirato all’omonimo romanzo di Leonardo Sciascia, presenta toni cupi, accentuati dall’ambientazione claustrofobica in albergo-eremo-prigione post-moderno collocato sottoterra, e satirici, nell’intento di fornire una parodia amara e realistica della classe politico-dirigenziale che deteneva il potere in Italia dal dopoguerra: la Democrazia Cristiana.

Sketch tratto dal film “Conviene far bene l’amore”(1975), con Gigi Proietti e Agostina Belli

Nel 1975 esce nelle sale Conviene far bene l’amore di Pasquale Festa Campanile, trasposizione cinematografica del suo omonimo libro, interpretato da Gigi Proietti, in cui è immaginata una civiltà del futuro alle prese con la crisi energetica, nella quale si scopre il sistema di trarre energia dai rapporti sessuali, facendoli diventare un obbligo.