Le mille arti di Massimo Troisi: la leggenda di un mito

“Sono trascorsi poco meno di trent’anni da quando il ticchettio del tempo, e del suo cuore, si è fermato. Ed è ancora difficile accettarlo e farsene capaci di ciò.”

30 anni senza Ugo Tognazzi: foto, ricordi e pensieri in libertà

Ricordare gli anniversari di nascita o di morte di personaggi rimasti nella memoria collettiva, non è soltanto un mero esercizio mnemonico fine a se stesso, ma è la maniera per non dimenticare, è la maniera per tenere viva la memoria di chi ci ha reso grandi. A UGO TOGNAZZI, noi dobbiamo tanto: la sua sensibilità,Continua a leggere “30 anni senza Ugo Tognazzi: foto, ricordi e pensieri in libertà”

Pubblicità

Sketch tratto da “…E fuori nevica!”(2014), il capolavoro comico di Vincenzo Salemme

Vincenzo Salemme riprende e adatta per il cinema una sua fortunata commedia teatrale di venti anni fa, quella che lo ha portato al successo nei teatri di Italia. “…E fuori nevica” è un film riuscito che si nutre di una sceneggiatura (meglio dire una drammaturgia) oliatissima e di una messa in scena altrettanto precisa cheContinua a leggere “Sketch tratto da “…E fuori nevica!”(2014), il capolavoro comico di Vincenzo Salemme”

Il celebre sketch della stazione, tratto dal film “Amici miei”(1975), il capolavoro epocale di Mario Monicelli, con Tognazzi, Moschin e Noiret

“Amici miei”(1975) è un film epocale, diretto da Mario Monicelli, ma ideato da Pietro Germi, che non poté dirigerlo a causa della sua prematura scomparsa. La storia dei cinque amici di mezz’età e delle loro “zingarate”, spesso, molto spesso divertenti, ma avvolte da un pizzico di amarezza. Cinque maschere burlone indossate per dimenticare il veroContinua a leggere “Il celebre sketch della stazione, tratto dal film “Amici miei”(1975), il capolavoro epocale di Mario Monicelli, con Tognazzi, Moschin e Noiret”

Trailer originali: “La grande abbuffata”(1973), con M.Mastroianni e U.Tognazzi

Allegoria della società borghese maschile destinata all’autodistruzione, film scandalo e apice della filmografia del maestro Marco Ferreri, “La grande abbuffata”, è uno dei più radicali atti d’accusa contro il consumismo mai stati fatti, un saggio da manuale sugli intrecci tra eros, thanatos, il cibo e gli escrementi.

I film misconosciuti dei mostri della commedia all’italiana: i capolavori segreti della nostra cinematografia.

“Una chiorma di amici”: gli anni ’50 del cinema italiano

“Una chiorma di amici. Eravamo una vera e propria chiorma di amici, cioè un gruppo compatto, tutti principianti pieni di speranze, tutti uomini, tutti artisti che poi si sono piazzati, io, Eduardo, Peppino, Nino Taranto, Dapporto, Macario, Campanini, Fabrizi, De Sica. Facevamo la gavetta nei teatrini di provincia di Aversa, Torre del Greco e altriContinua a leggere ““Una chiorma di amici”: gli anni ’50 del cinema italiano”