Sketch tratto da L’onorevole Angelina”(1947), con Anna Magnani

Ennesimo, memorabile ritratto di donna interpretato da Anna Magnani, “L’onorevole Angelina” è una delle primissime commedie neorealiste, progenitore della futura commedia all’italiana. In effetti, dal Neorealismo puro, con questo film si vira verso la commedia, mantenendo inalterato l’elemento realista, strettamente correlato quindi, con la realtà sociale italiana. Il film è comunque sorretto, inebriato, illuminato dall’interpretazione travolgente della Magnani, ancora una volta memorabile quando si tratta di dipingere un ritratto di donna fuori dagli schemi, emancipata, che ha voglia di rivalsa nella società, senza però scordarsi delle sue origini popolane. Il film, fu come si dice in inglese un “veicolo” per Anna Magnani, quì battagliera popolana alle prese con le ristrettezze del dopoguerra- disservizi, disfunzioni, inerzia e corruzione della burocrazia- che si mette a capo di un piccolo movimento di casalinghe esasperate. L’indignazione della sua Angelina, nei confronti dei governanti in genere può apparire qualunquista, ma non si può scordare la carica magnetica impressionante della Magnani, che arriva a rendere credibile il suo personaggio e a diventare il simbolo stesso della donna, chiamata a ricostruire ciò che gli uomini avevano distrutto in 6 anni di guerra. E’ il rinnovato ruolo della donna nella società italiana, quello che rende la Magnani immortale e l’attrice italiana più conosciuta di tutti i tempi. In Roma città aperta, la Magnani muore da eroina per l’essersi opposta all’oppressore nazi-fascista; in L’Onorevole Angelina, sorretta da un temperamento passionale e dall’avversione per le ingiustizie, la Magnani diventa la paladina della povera gente, delle donne in generale, che combattono i piccoli e grandi soprusi della vita quotidiana. Un film importante nella denuncia della corruzione dell’Italia del dopoguerra e di quella che sarà la politica e la burocrazia dei decenni a venire. Profetico oltre ogni misura, piccolo -borghese nelle intenzioni, il film consegna il premio come miglior attrice protagonista alla Magnani, nell’edizione del Festival di Venezia del 1947.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...