Corto N.1: “La telefonata”, da “Le bambole”(1965), con Nino Manfredi e Virna Lisi.

Un marito tradisce la moglie con la vicina , che anziché fare l’amore preferisce leggere “La cognizione del dolore” di Gadda e telefonare alla madre. Tra i migliori film a episodi dell’epoca, impietoso nel mettere a nudo vizi e voglie basse di tutte le classi sociali, tuttora divertente e girato con eleganza, l’episodio con Nino Manfredi e Virna Lisi, è una spanna sopra gli altri episodi dell’epoca, e tra i migliori cortometraggi del genere, degno de “I mostri” per l’abilità di cogliere tanti tic borghesi. Avvolto da uno splendido profumo delle estati italiane degli anni ’60, il cortometraggio in questione, e più in generale il film di cui fa parte, venne premiato da un grande successo di pubblico. Ai tempi Manfredi in mutande e Virna Lisi seminuda furono all’origine di guai con la censura.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...