Aldo Fabrizi e Nino Taranto in un memorabile sketch tratto dal film “I prepotenti”(1958)

Un memorabile sketch tratto dalla parte finale del film “I prepotenti”(1958), con protagonisti i grandi Aldo Fabrizi e Nino Taranto. Il film, in uno strepitoso “assolo a due”, ebbe talmente tanto successo, che ne venne subito progettato un sequel, che uscì nelle sale l’anno successivo, dal titolo “Prepotenti più di prima”(1959), il quale bissò il successo del precedente film. Il merito è di due assi da 90 come Aldo Fabrizi e Nino Taranto, grandi amici nella vita, e protagonisti sul set di alcune scene strepitose e memorabili. Su tutti lo sketch quì proposto, quello in cui i due, durante un banchetto per festeggiare il matrimonio dei loro figli, si sfidano con grande campanilismo in una divertente gara musicale sull’asse Roma-Napoli (Fabrizi-Roma, N.Taranto-Napoli). Una scena di quasi cinque minuti entrata nella storia del cinema italiano, sia per la loro strepitosa verve, e sia perchè lo sketch crea uno di quei rari cortocircuiti tra finzione e realtà ,che rendono memorabile il singolo episodio o tutto il film nel suo complesso. Qui sembra che a parlare non siano i due padri di famiglia della storia, ma proprio loro due, i due grandi amici e artisti eccellenti, che si stanno sfidando con un pizzico di orgoglio campanilistico, a colpi di musiche famose, che rappresentino le loro due splendide città. Il film si aggiudicò dunque il primo premio al Festival del cinema umoristico di Bordighera: un importante riconoscimento al talento dei due attori e alla freschezza della commedia. Commedia che narra della storia d’amore tra due ragazzi, lei di Napoli, lui di Roma, ma osteggiata dai loro prepotenti padri: il macellaio romano Cesare Pinelli(Fabrizi) e il barista napoletano Mimì Esposito(N.Taranto), I due padri, ne combineranno di tutti i colori, tra dispetti e ripicche reciproche per cercare di impedire il matrimonio; e una volta sposati (e siamo arrivati al secondo film) continueranno a litigare su tutto, su dove la coppia dovrà andare a vivere, sulla scelta della balia per il nipote appena nato, sullo stesso nome del nipotino, tutto quanto in nome di un’insanabile, ma bonaria contrapposizione tra Roma e Napoli. L’interpretazione dei due grandi attori è memorabile, e contribuisce non poco al successo del film, dotato di una trama piuttosto scontata, non fosse per l’improvviso lampo di classe di Nino Taranto e Aldo Fabrizi, i quali inebriano, entrambi i film, con classe, spessore e spensierato divertimento.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...